21 febbraio 2020


Mamma mia era settembre dalla pubblicazione dell'ultimo post, lo so lo spazio che dedico al mio blog è sempre meno e anche se mi ripropongo di essere più presente con nuove ricette, il tempo sembra sfuggirmi. Oggi però anche se con un giorno di anticipo ho voluto esserci e condividere con voi questa torta buonissima alla panna montata per festeggiare i miei 4 anni di blog.
Era il  22 febbraio 2016 quando aprii "La cucina di Fabiola" e pubblicai il mio primo post e anche se in quest'ultimo anno sono stata molto assente nel mio angolino virtuale, è stata ed è tutt'ora un'esperienza bellissima, ho scoperto ed appreso molto da questo mondo: come tecniche di preparazione, ingredienti e ricette a me sconosciute, senza contare le belle persone con le quali ho avuto modo anche se solo virtualmente di condividere quest' avventura.
Offro quindi a tutti voi una fetta di questo dolce, vi auguro una buona giornata e non faccio promesse perché so che non riuscirò a mantenerle, spero solo di rivedervi presto con nuove preparazioni.
Comunque se volete potete anche seguirmi sul mio profilo instagram  dove molto più spesso del blog pubblico qualche nuova ricetta o condivido alcune dell'archivio che avete particolarmente apprezzato.
La ricetta di questo dolce è tratta dal blog Tavolartegusto della bravissima Simona Mirto dove ogni preparazione è una garanzia, qui la sua ricetta alla quale non ho apportato nessuna modifica, ho solo farcito la torta con della marmellata homemade, ma se preferite potete lasciarla anche al naturale perché è ugualmente buona. Morbidissima si scioglie letteralmente in bocca ad ogni morso e si mantiene soffice per più giorni.


Ingredienti per uno stampo da 20 cm:
- 180 g di farina 00
- 150 g di zucchero semolato
- 250 g di panna fresca liquida
- 2 uova grandi
- 14 g di lievito per dolci
- la buccia grattugiata di un limone non trattato
- la buccia grattugiata di un'arancia non trattato
- 5/6 cucchiai di marmellata che preferite
- Zucchero a velo q. b.


Preparazione
Montate le uova (devono essere grandi se sono medie aggiungete un cucchiaio sbattuto di un'altro uovo e se sono piccole utilizzatene 2 e mezzo) a temperatura ambiente con lo zucchero e le bucce di limone ed arancio, fino ad arrivare ad un composto gonfio e spumoso.
Setacciate la farina con il lievito.
Montate la panna ( lasciatela prima di utilizzarla un poco a temperatura ambiente) quella  liquida del banco frigo e non quella a lunga conservazione tipo hoplà) a velocità media, la panna fresca se montata troppo rischia di cagliare, deve essere densa ma non troppo dura.
Inglobate al composto di uova la farina amalgamando sempre con delle fruste elettriche e infine aggiungete la panna montata unendola con una spatola al composto con movimenti dal basso verso l'alto.
Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera apribile e versate l'impasto.
Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 40/45 minuti ( il tempo è indicativo e dipende sempre dal proprio forno, dopo 40 minuti fate la prova stecchino, se esce pulito è cotta altrimenti proseguite la cottura per altri 5 minuti).
Una volta cotta sfornate e lasciate raffreddare completamente.
Tagliate la torta a metà, farcitela con della marmellata e ricoprite con zucchero a velo.
In un porta torte si mantiene soffice e fragrante per 3 giorni.








.
13 settembre 2019

E' veramente da tanto tempo che non postavo una nuova ricetta, oggi quindi cerco di rimediare proponendovi delle merendine che si realizzano in un attimo con solo tre ingredienti: le nastrine quelle di una nota marca ma preparate in casa . Perfette per la prima colazione, ottime da mettere nello zaino dei vostri figli per la merenda a scuola.
La ricetta è tratta dal blog L'Antro dell'Alchimista della bravissima e simpaticissima Laura De Vincentis,  qui  trovate le sue nastrine.

Ingredienti:
- 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
- Marmellata di albicocche q.b. ( se preferite anche altri gusti)
- Zucchero semolato q.b.


Preparazione
Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla a strisce, dal lato più corto, di 3 cm di larghezza.
Spalmare ogni striscia con della marmellata di albicocche e una spolverata di zucchero, sovrapporvi un'altra striscia e ripetere l'operazione, proseguire così formando dei mattoncini di 5 strisce ognuno.
Su l'ultima striscia spolverizzare solo dello zucchero semolato.
Tagliare ogni striscia a pezzi di circa 7 cm di lunghezza.
Attorcigliarli con una mezza torsione.
Spolverarli di nuovo con lo zucchero e trasferire su una teglia ricoperta con carta forno.
Mettere in frigorifero per circa 1 ora.
Cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 20/23 minuti fino a doratura.
Prima di levarle dalla teglia lasciarle intiepidire dato che da calde sono delicate e si possono rompere con facilità.
Un bacione e a presto.









2 maggio 2019


Di solito vivendo a Roma gli gnocchi rappresentano il piatto tradizionale del giovedì, oggi quindi ho deciso di realizzare questo facile e gustoso primo composto da gnocchetti di patate insaporiti con delle ottime mazzancolle e un delizioso pesto di  Pistacchio di Bronte ( composto all'80% da pistacchio, olio di girasole, sale, pepe nero, senza conservanti ), sempre gentile omaggio dell'azienda agricola Aroma Sicilia. I crostacei si sposano benissimo con il gusto corposo e inteso di questo pesto e la granella di pistacchio finale dona la nota croccante a questa ricetta  mare e monti dal sapore particolare che piacerà a tutti e che stupirà sicuramente i vostri ospiti.


Ingredienti per 4 persone:
- 600 g di gnocchetti di patate
- 400 g di mazzancolle
- 190 g di pesto di pistacchio
- 40 g di granella di pistacchio
- Uno spicchio d'aglio
- Olio extra vergine q.b.
- Vino bianco q. b.

Preparazione
Lavare e pulire le mazzancolle, nel frattempo mettere su l'acqua per la pasta.
In una padella con dell'olio extra vergine fare soffriggere lo spicchio d'aglio,aggiungere le mazzancolle e a fuoco vivo fare andare per qualche minuto sfumando con del vino bianco.
Togliere l'aglio, aggiungere nella padella gli gnocchetti cotti, il pesto di pistacchio, e un po' d'acqua di cottura.
Amalgamare bene il tutto, impiattare e servire con della granella di pistacchio e un filo d'olio.
Buona giornata a tutti e a presto con nuove ricette sempre nella mia cucina.
Baci Fabiola.


19 aprile 2019


Adoro la sbriciolata, rappresenta una variante della classica crostata,molto più semplice e veloce da realizzare poiché non è necessario far riposare e stendere la frolla.
Il nome deriva dalla consistenza dell'impasto che al momento della preparazione, si sbriciola fra le dita.
Una parte dell'impasto viene steso a mano nello stampo, mentre la restante parte viene appunto sbriciolata in superficie, formando un effetto crumble.
In questa ricetta ho optato per una golosa farcitura alla crema di Pistacchio di Bronte.
A questo proposito voglio parlarvi di "Aroma Sicilia ", un'azienda agricola conosciuta recentemente, situata alle falde dell'Etna Produttori di Pistacchio di Bronte.
Loro sono una tra le tante eccellenze italiane presenti sul nostro territorio che coltivano e producono il vero pistacchio verde di BRONTE DOP e hanno come obiettivo quello di far conoscere l'alta qualità dell'oro verde a un pubblico sempre maggiore. Io ho avuto il piacere di ricevere alcuni dei loro  eccellenti prodotti: come la crema di pistacchio utilizzata in questa ricetta insieme alla farina di pistacchio inoltre una confezione di pesto di pistacchio e della granella di pistacchio  che prossimamente utilizzerò in altre sfiziose ricette.
Ci sono poi tante altre golosità da provare, come la Pasta di Pistacchio Pura.
Sul loro sito on line potete trovare anche le Basi per gelato artigianale e inoltre sono anche produttori semilavorati per gelateria.



Ingredienti per uno stampo da 26 cm:
Per la base
- 290 g farina 00
- 60 g di farina di pistacchio di Bronte
- 120 g di burro
- 2 uova piccole
- 150 g di zucchero semolato
- Vanillina
- Un pizzico di sale
- 2 cucchiaini di lievito per dolci
- Granella di pistacchio q.b.




Per la crema al pistacchio:
- 500 ml di latte
- 4 rossi d'uovo
- 80 g di zucchero
- I semi di mezza bacca di vaniglia
- 30 g di amido di mais
- 30 g di farina di pistacchio
- 120 g circa di crema di pistacchio di Bronte


Preparazione
Per prima cosa preparare la crema di pistacchio: riscaldare il latte con i semi di mezza bacca di vaniglia.
Mescolare con una frusta i tuorli con lo zucchero e aggiungere l'amido di mais e la farina di pistacchio di Bronte setacciati.
Quando il latte sfiora il bollore versare la crema di tuorli nel latte e amalgamare bene.
Rimettere sul fuoco e mescolare con una frusta fino a quando la crema si addenserà.
Trasferire in una ciotola pulita coprire con pellicola per alimenti e fare raffreddare.
Una volta fredda aggiungere la crema di pistacchio di Bronte e amalgamare il tutto.
Nel frattempo in una ciotola mescolare la farina 00 con la farina di pistacchio, lo zucchero, il  lievito e la vanillina, poi inserire il burro a tocchetti, un pizzico di sale e le uova.
Lavorare velocemente gli ingredienti fino ad arrivare ad un impasto a briciole.
In uno stampo a cerniera ricoperto di carta forno, inserire poco più della metà del composto, rialzare ai lati per creare il bordo e compattare in maniera uniforme
Versare il ripieno e livellare bene.
Ricoprire con il composto di briciole restante e della Granella di pistacchio di Bronte.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti ( la cottura è indicativa, verificatela sempre in base al vostro forno ).
Ottima a merenda, a colazione e anche come goloso fine pasto. Perfetta da portare per il picnic di Pasquetta tagliata a cubotti o anche da servire a  Pasqua insieme ad altri dolci tradizionali.
Con questa golosa sbriciolata approfitto per augurarvi una serena Pasqua e Pasquetta e a risentirci presto con nuove ricette sempre qui nella mia cucina.
Baci Fabiola







8 aprile 2019


Mi ha  sempre affascinato il cake design e le decorazioni in pasta di zucchero; ma mi ero sempre tenuta alla larga da questo mondo  non avendo alcuna esperienza e conoscenza.
Ultimamente pero' era diventata un'idea fissa provare a realizzare qualcosa di semplice tanto per iniziare e vedere che cosa veniva fuori.
Così alcuni giorni fa mi sono messa all'opera: ho comprato già la pasta di zucchero pronta per rendere il lavoro meno complicato, ma se voi volete potete realizzarla anche in casa, sul web troverete diverse  ricette.
Per prima cosa ho preparato la base da decorare ed ho optato per dei soffici e profumati muffin allo yogurt con limone e mandorle.
Poi con degli stampini per biscotti di varie misure ho realizzato le decorazioni. Soprattutto cuori perché questi muffin sono stati pensati per la festa della mamma, ma sono perfetti anche per  tante altre occasioni: compleanni, feste, buffet, variando colori e soggetti secondo quello che vi suggerisce la fantasia.
Devo dire che il risultato finale mi ha soddisfatto: esteticamente questi muffin per essere la prima volta che usavo la pasta di zucchero sono carini e il loro gusto è ottimo, lo yogurt ha donato morbidezza all'impasto, il limone con le mandorle stanno benissimo insieme e  legano alla perfezione con il dolce della pasta di zucchero.




Ingredienti per circa 15 muffin piccoli:
-200 g di farina 00
-100 g di farina di mandorle
- 125 ml di yogurt cremoso al limone
- 100 ml di olio di semi
- 2 uova
- 120 g di zucchero semolato
- 1 cucchiaino di aroma vaniglia
- La scorza grattugiata e il succo di 1 limone
- Un pizzico di sale
- 3 cucchiaini di lievito per dolci
Per decorare:
- Pasta di zucchero q.b. rossa, bianca e nera
- Miele o marmellata di albicocche q.b.


Preparazione
Inserire in una ciotola le uova, lo zucchero, il succo e la scorza di un limone, l'aroma vaniglia  e un pizzico di sale.
Amalgamare con delle fruste elettriche e aggiungere l'olio di semi e lo yogurt.
Inserire le 2 farine miscelate con il lievito e mescolare  brevemente il tutto.
Riempire con il composto dei pirottini di carta per 2/3.
Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.
Nel frattempo con un mattarello e un po' di zucchero a velo stendere la pasta di zucchero e con gli stampini formare le decorazioni.
Una volta che i  muffin si sono raffreddati spennellare un velo di miele o di marmellata di albicocche sulla superficie e posizionare le decorazioni.
Se non amate la pasta di zucchero, potete gustare questi dolcetti al naturale, spolverizzati semplicemente con un poco di zucchero a velo. Perfetti a colazione con una tazza di te o di latte.
Ottimi per la merenda faranno la felicità di grandi e piccini.
Buona giornata e a presto con nuove ricette.
Baci Fabiola




1 aprile 2019


Uso spesso la ricotta nei dolci e anche il mascarpone ma lo  stracchino mi mancava, ero un po' titubante nel suo impiego avendo questo formaggio un gusto forte; invece alla fine posso dire che è stata insieme all'uso delle mele una scelta azzeccata e un connubio di sapori perfetti. Una torta gustosa, profumata, soffice e umida al punto giusto. Perfetta a colazione, a merenda e per una pausa dolce.


Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
- 300 g di farina 1
- 170 g di stracchino
- 3 uova
- 130 g di zucchero semolato
- 1 bustina di lievito per dolci
- 1 cucchiaino di aroma vaniglia
- 80 ml di olio di semi
- 1 cucchiaino di cannella
- 3/4 mele
- Un pizzico di sale
- Zucchero di canna q.b.
- Zucchero a velo q.b.


Preparazione
Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino ad arrivare ad un composto spumoso.
Aggiungere lo stracchino a temperatura ambiente lavorando il composto sempre con una frusta elettrica.
Aggiungere l'olio a filo, l'aroma di vaniglia, la farina setacciata con il lievito e la cannella poco per volta sempre incorporando con le fruste.
Versare il composto nello stampo precedentemente imburrato e infarinato, tagliare le mele a fette sottili disporle a raggiera e ricoprire con dello zucchero di canna.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 45/50 minuti.
Una volta che il dolce si è raffreddato, cospargere con zucchero a velo.
Buona settimana a tutti e a presto nella mia cucina.
Baci Fabiola





27 marzo 2019


Questa è la terza colomba che pubblico sul mio blog. Dopo quella classica con mandorle e frutta candita e quella al cioccolato e mascarpone, oggi vi propongo una nuova idea e gusto: una colomba con farina integrale al cacao e caffè, con zucchero di canna grezzo. Anche questa versione è senza burro e senza lievitazione come le precedenti.
Quindi una preparazione veloce per chi non ha tempo e dimestichezza con i grandi lievitati e può  comunque con questa alternativa portare sulla tavola pasquale un dolce buono e gustoso preparato in casa senza conservanti e con ingredienti genuini.




Ingredienti per uno stampo da 750g:

- 360 g di farina integrale
- 40 g di cacao amaro
- 200 g di zucchero di canna grezzo
- 3 uova biologiche
- 1 vasetto di yogurt al caffè da 150 ml
- 1 fialetta di aroma mandorla
- 1 cucchiaino di aroma vaniglia
- 1 cucchiaio di rum
- 100 ml di olio di semi
- 25 ml di caffè + 25 ml di latte miscelati insieme
- 60 g di gocce di cioccolato fondente
- Un pizzico di sale
- 1 bustina di lievito per pizze e torte salate
Pizzaiolo a lievitazione istantanea (Paneangeli)
Per decorare:
- Mandorle intere q.b.
- Zucchero di canna bruno q.b

Preparazione

Separare i tuorli dagli albumi.
Montare con delle fruste elettriche i primi con lo zucchero, fino ad arrivare ad un composto spumoso.
Aggiungere lo yogurt al caffè, il latte miscelato con il caffè, l'aroma di mandorla, di vaniglia e il rum sempre mescolando con le fruste.
Inserire l'olio a filo, un pizzico di sale e man mano la farina setacciata con il cacao.
Per ultimo aggiungere il lievito istantaneo continuando a miscelare con le fruste.
Inglobare al composto le gocce di cioccolato fondente leggermente infarinate.
Infine inserire delicatamente gli albumi montati a neve ben ferma, mescolando dal basso verso l'alto.
Versare l'impasto nello stampo a forma di colomba ( io ho utilizzato uno stampo in alluminio e quindi l'ho imburrato e infarinato, se usate uno stampo di carta non e necessario), decorare con zucchero di canna bruno e mandorle intere.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per circa 45/50 minuti.
Ogni forno cuoce in modo diverso, quindi fare sempre la prova stecchino e se esce pulito il dolce è pronto, altrimenti continuare la cottura ancora per qualche minuto.
Buona giornata a tutti e a presto sempre qui nella mia cucina con nuove ricette.
Baci Fabiola






20 marzo 2019


Già da diverso tempo volevo provare a riprodurre in casa questi dolcetti che amo molto e compro spesso, e oggi finalmente mi sono decisa a mettermi all'opera. Devo dire che il risultato finale mi ha ampiamente soddisfatto; certo non sono proprio identiche all'originale ma sono comunque delle tortine molto buone e soprattutto sane, nutrienti e senza conservanti. Perfette per la merenda dei bambini e non solo. Ottime anche da gustare  a colazione come hanno fatto i miei figli.


Ingredienti per circa 10/ 12 tortine:
Per l'impasto:
- 130 g di farina
- 140 g di zucchero
- 50 gr di burro
- La scorza grattugiata di 1 limone
- 4 uova
- 1/2 bustina di lievito per dolci
- 1 cucchiaino aroma vaniglia
- Un pizzico di sale
- zucchero a velo q.b.
Per la farcia:
- 500 ml di latte intero
- 200 ml di panna fresca non zuccherata
- 100 gr di zucchero semolato
- 2 cucchiaini di miele
- 1/2 fialetta di aroma vaniglia
- 65 gr di amido di mais
Preparazione:
In una ciotola sbattere 2 uova e 2 tuorli (tenere i 2 albumi da parte) lavorarli insieme allo zucchero, al burro ( precedentemente sciolto al microonde), alla scorza di un limone e all'aroma vaniglia fino ad ottenere un composto spumoso.
Unire delicatamente la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale.
A parte montare gli albumi a neve fermissima e unirli al preparato, amalgamare con movimenti delicati dal basso verso l'alto.
Imburrare uno stampo quadrato 24x24, riempire con l'impasto e cuocere per circa 30 minuti ( fate sempre la prova stecchino ) in forno statico già caldo a 170°.
Nel frattempo preparare la crema: scaldare il latte a fiamma bassissima insieme alla vaniglia.
Quando sfiora l'ebollizione unire gradualmente lo zucchero, l'amido di mais ( precedentemente mescolati ) e il miele.
Mescolare continuamente con un cucchiaio, non appena si sarà addensata, toglierla dal fuoco, coprire con pellicola per alimenti a contatto e farla raffreddare in frigorifero.
In una ciotola a parte montare la panna e incorporarla alla crema fredda.
Rifilare i bordi della torta e tagliarla a metà.
Farcire con la crema al latte, ricoprirla con l'altro strato e farla riposare in frigo per qualche ora.
Tagliare il dolce ricavandone circa 10/ 12 tortine e cospargere con abbondante zucchero a velo.
Buona giornata a tutti e a presto sempre nella mia cucina




trova ricetta