13 febbraio 2019


Questi cuori rosso velluto sono delle versioni mini della famosissima e scenografica torta Red velvet americana. Sono perfetti da preparare il giorno di San Valentino  per una cena romantica come dessert. Ottimi comunque da gustare tutto l'anno  a colazione o per una merenda golosa anche senza farcitura. Se non avete gli stampi a cuore potete usare dei pirottini di carta per muffin.


Ingredienti per circa 8 cuori:
- 150 g di farina 00
- 150 g di zucchero semolato
- 1 uovo
- 80 g di burro
- 1 cucchiaio di cacao
-  125 ml di latte intero
- 1 cucchiaino di succo di limone
- 1 cucchiaino di aroma vaniglia
- 1 cucchiaino di colorante rosso in gel
- 1/2 cucchiaino di bicarbonato alimentare
- 1 cucchiaino di aceto di mele
- 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
- Un pizzico di sale
Per la farcitura:
- 150 g di mascarpone
- 100 g di philadelphia
- 90 g di zucchero a velo
- 1 cucchiaino di aroma vaniglia


Procedimento
In una ciotola amalgamate farina, sale e cacao.
Montate con delle fruste elettriche il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea.
Aggiungete 1 uovo e incorporate il tutto alla farina e cacao.
In un recipiente mescolate il latte con il succo di limone ed unite il colorante gel rosso amalgamando bene finché il liquido avrà assunto un bel colore rosso acceso.
Versate il composto nell'impasto precedente incorporando il tutto e per ultimo unite il bicarbonato mescolato con l'aceto di mele..
Riempite con l'impasto  degli stampi a cuore o dei pirottini per muffin.
Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 20/25 minuti.
Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate la farcia lavorando  con una frusta il mascarpone con il philadelphia a temperatura ambiente, insieme allo zucchero a velo e a 1 cucchiaino di aroma vaniglia.
Tagliate i cuori a metà e farcite con la crema preparata.
Buon San Valentino a tutti e a presto sempre qui nella mia cucina con nuove ricette.
Baci Fabiola




1 febbraio 2019


Qualche giorno fa è stato il compleanno di  mio marito ed ho deciso di realizzare un dolce che lui ama molto: " La Millefoglie " ma ho optato per una versione non tradizionale utilizzando ricotta e pere che insieme formano un abbinamento perfetto. Volevo anche aggiungere della panna montata ma dato che non l'avevo in casa ho deciso di adoperare dello yogurt cremoso al pistacchio, e alla fine è stata una scelta vincente perché ha reso più leggero il ripieno.
Per dare una nota croccante alla farcitura ho anche inserito delle gocce di cioccolato e ho profumato il tutto con cannella e rum.
Io ho scelto della pasta sfoglia pronta di buona qualità, ma se avete tempo e voglia potete anche realizzarla in casa.
Ultima cosa cuocete la sfoglia e assemblate la torta massimo 5/6 ore prima di servirla, perché dopo tante ore in frigo anche se ugualmente buona perde croccantezza.
 La farcia comunque potete anche prepararla il giorno prima e conservare in frigo in un contenitore coperto con pellicola per alimenti.


Ingredienti per circa 6/8 persone:
- 3 rotoli di sfoglia rotonda già pronta
- 500 g di ricotta
- 250 ml di yogurt cremoso al pistacchio
- 150 g di zucchero semolato
- 3/4 pere medie ( io kaiser)
- 80 g di gocce di cioccolato
- 30 g di burro
- 50 g di zucchero
-  2 bicchierini di rum
. 2 cucchiaini scarsi di cannella
- Zucchero a velo q.b.

Procedimento
Io ho ritagliato i 3 dischi di sfoglia nella misura di 20 cm, per circa 6/8 porzioni.
Se lasciate la misura originale aumentate anche gli ingredienti del ripieno e avrete una torta per circa 12 persone.
Ho bucherellato i dischi con i rebbi di una forchetta e ho cosparso entrambi i lati con zucchero a velo. Ho cotto anche i ritagli avanzati insieme ai dischi in forno ventilato preriscaldato a 200° per circa 15/18 minuti fino a doratura.
Nel frattempo sbucciate le pere e tagliatele a cubetti.
In una padella inserite il burro e 50 g di zucchero e appena inizia a caramellare aggiungete la cannella, le pere e il rum.
Lasciate andare per circa 8/10 minuti finché tutto il liquido si sarà assorbito e poi mettete a raffreddare.
Fate sgocciolare la ricotta e montatela con delle fruste elettriche insieme allo zucchero.
Inserite lo yogurt al pistacchio continuando a montare con le fruste.
Con una spatola aggiungete al composto le pere, poi il rum e infine le gocce di cioccolato.
Su un vassoio per torte disponete la prima sfoglia e ricoprite con la metà della farcia.
Adagiatevi sopra il secondo disco e farcite con il ripieno rimasto.
Terminate la torta con l'ultima sfoglia spolverizzata con zucchero a velo.
Rivestite la circonferenza esterna della torta con i ritagli avanzati di sfoglia sbriciolati finemente.
Io ho decorato la superficie della millefoglie con delle pere di pasta sfoglia realizzate con una formina, ma potete anche utilizzare solo zucchero a velo e se preferite ricoprire i bordi della torta con della granella di nocciole o mandorle.
Se amate la ricotta nei dolci provatela perché è veramente molto buona e non soltanto come torta di compleanno ma anche come dessert di fine pasto.
Buona giornata e a presto sempre qui nella mia cucina.
Baci Fabiola



23 gennaio 2019


Avevo avanzato degli albumi da una precedente lavorazione, dei cubetti di cedro candito da Natale e dovevo utilizzare anche dello yogurt in scadenza. Così è nata questa deliziosa ciambella senza burro, leggera e soffice. Ottima a colazione e a merenda, accompagnata da un velo di marmellata o per i più golosi di nutella.


Ingredienti per uno stampo alto a ciambella da 20cm:


- 5 albumi
- 300 g di farina di grano tenero di tipo 1
- 250 ml di yogurt bianco
- 180 g di zucchero semolato
- 80 ml di olio di semi
- Scorza grattugiata e succo di un limone
- 30 g cubetti di cedro candito ( facoltativo)
- Una bustina di lievito per dolci
- Un pizzico di sale
- Zucchero a velo q.b.

Preparazione
In una ciotola mettere la farina setacciata con il lievito.
Con delle fruste elettriche montare lo zucchero con l'olio.
Aggiungere il succo del limone e la scorza grattugiata ed infine lo yogurt.
Incorporare la farina con il lievito un po' per volta.
Inglobare delicatamente dal basso verso l'alto gli albumi montati a neve con un pizzico di sale.
Per ultimo inserire i cubetti di cedro candito.
Trasferire il composto in uno stampo imburrato e infarinato.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40/50 minuti.
Fare sempre la prova stecchino per vedere se il dolce è cotto.
Lasciare raffreddare e cospargere di zucchero a velo.
Buona  giornata e a presto con nuove ricette.
Baci Fabiola






10 gennaio 2019


Era da tempo che volevo preparare le stragolose ciambelle fritte americane chiamate donuts,
così alcuni giorni fa mi sono messa all'opera e ho realizzato queste bontà nella versione più leggera cotte in forno, ma con una goduriosa copertura al cioccolato fondente.
Ottime a colazione, perfette a merenda, saranno la gioia di grandi e piccini.
La ricetta è tratta dal blog Chiarapassion di Enrica Panariello


Ingredienti per circa 15 ciambelle:
- 225 ml di latte intero
- 1 uovo
- 60 g di zucchero
-225 g di farina 00
- 225 g di farina manitoba
- 7 g di lievito di birra secco disidratato
(per me Mastro Fornaio)
- 100 di burro
- Scorza grattugiata di un limone
- 1 cucchiaino aroma vaniglia
- 1 pizzico di sale

Per la copertura
- 200 g di cioccolato fondente
- Una noce di burro
- Zuccherini q.b.
- Granella di nocciole q.b.
- Codette di cioccolato q.b.

Preparazione
Potete preparare l'impasto a mano o con la planetaria come ho fatto io.
Nella ciotola inserire l'uovo leggermente sbattuto, lo zucchero, il latte a temperatura ambiente, l'aroma vaniglia, la scorza grattugiata del limone, il pizzico di sale.
Miscelare bene con il gancio a foglia.
Inserire gradatamente circa 2/3 delle farine ed il lievito e continuare ad impastare finché il composto si sarà ben amalgamato.
A questo punto usare il gancio ad uncino e aggiungere a più riprese il burro morbido.
Impastare a velocità media per circa 7 minuti fino a quando tutto il burro sarà assorbito.
Infine inglobare la restante farina un po' alla volta e continuare a lavorare l'impasto fino a quando sarà lucido ed elastico.
Trasferire l'impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato e lavorarlo per pochi minuti, alla fine non deve attaccarsi alle mani.
Inseritelo in un ciotola leggermente unta d'olio, coprire con pellicola per alimenti e lasciare lievitare fino al raddoppio (Io ho messo l'impasto in forno spento con luce accesa circa 90 minuti ).
Quando è pronto sgonfiarlo con le mani e stenderlo ad uno spessore di mezzo cm.
Formare le ciambelle con due coppapasta circolari di diverse misure (io ho usato un bicchiere e un tappo di una bottiglia).
Con il bicchiere si ricavano i cerchi,e con il tappo della bottiglia si buca il centro per avere la forma a ciambella.
Trasferire i donuts su una teglia foderata con carta forno ben distanziati tra loro, coprire con pellicola e far lievitare ancora per circa 1 ora fino a che il volume delle ciambelle non è raddoppiato (io sempre in forno spento con luce accesa).
Cuocere in forno statico preriscaldato a circa 180° per circa 15-18 minuti, fino a quando le ciambelle saranno dorate ( la cottura dipende dal tipo di forno che usate, potrebbe volerci anche qualche minuto in meno).
Una volte raffreddate glassare con del cioccolato fondente (se preferite anche al latte o bianco) fuso a bagnomaria o al microonde con una noce di burro e decorare subito con zuccherini, granella di nocciole e codette al cioccolato.
Un saluto a tutti e a presto con nuove ricette sempre nella mia cucina.
Baci Fabiola





17 dicembre 2018

Alcuni giorni fa mio marito mi ha portato una cassetta enorme di arance dolcissime e succose,
erano talmente tante che ho deciso di utilizzare la buccia e il succo fresco di alcune nella preparazione di morbidi muffin  senza burro, con l'aggiunta di cannella, zenzero e vaniglia nell'impasto. Un'esplosione di sapori e profumi tipici natalizi, perfetti da portare sulla tavola delle prossime festività.


Ingredienti per circa 10 muffin:
- 250 g farina 00
- 50 g di fecola di patate
- 150 g di zucchero
- Una bustina di lievito per dolci
- 100 ml di olio di girasole
- 2 uova
- Succo e buccia grattugiata
di 2 arance
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- Mezzo cucchiaino di zenzero
in polvere
- 1 cucchiaino di aroma di vaniglia
- 100 ml di latte
- Un pizzico di sale
- Zucchero a velo q.b.
Preparazione
In una ciotola inserire la farina, la fecola e il lievito setacciati.
Aggiungere lo zucchero, la buccia grattugiata delle arance, la cannella e lo zenzero.
A parte sbattere le uova con una forchetta, inserire l'olio, il latte, il succo delle arance, l'aroma di vaniglia e il sale.
Unire il composto liquido a quello in polvere e mescolare per far amalgamare il tutto.
Inserire il composto nei pirottini di carta fino a tre quarti.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.
Una volta freddi spolverizzare con zucchero a velo.
Buona settimana a tutti e alla prossima ricetta.
Baci, la cucina di Fabiola









4 dicembre 2018


Già il Natale passato, avevo provato a cimentarmi nella preparazione del pandoro e devo dire con scarsi risultati perché alla fine dopo tante ore di lavoro avevo buttato tutto.
Quest'anno sistemando nella credenza i vari stampi natalizi ho ritrovato quello per fare il pandoro e allora anche se con un po' di riluttanza ho deciso di riprovare. Dopo aver visto e preso spunto dal web e da varie ricette su libri di cucina che avevo in casa, ho elaborato una mia ricetta e alla fine devo dire che gli sforzi sono stati ricompensati. Sono riuscita a sfornare un buon pandoro sia nell'aspetto che nel gusto anche se ovviamente c'è ancora tanto da imparare e migliorare.


Ingredienti per uno stampo per pandoro da 750g:


- 300 g di farina 0
- 1 bustina di lievito di birra in polvere
mastro fornaio (sono 7 g )
- 50 ml di acqua tiepida
- 120 g di zucchero
- 180 g di burro
- 3 tuorli
- 2 uova intere
- 50 ml di panna fresca
- Buccia grattugiata di un limone e
di un'arancia
- Un cucchiaino di aroma di vaniglia
- Un cucchiaino di sale
- Zucchero a velo q.b.

Procedimento
Per prima cosa preparare il lievitino, mettendo in una ciotola 70 g di farina, 20 g di zucchero, il lievito, un tuorlo e 50 g di acqua tiepida.
Impastare il tutto, deve risultare una pasta molto molle.
Fare lievitare coperto con un telo fino al raddoppio (io ho impiegato 1 ora mettendolo in forno spento con luce accesa).
Inserire nella planetaria il lievitino e aggiungere: 130 g di farina, 50 g di zucchero, 1 uovo e un tuorlo e 40 g di burro morbido.
Lavorare l'impasto per circa 5 minuti in modo da unire bene tutti gli elementi.
Fare lievitare per altre 2-3 ore coperto con pellicola per alimenti (io ho lievitato in forno spento con luce accesa per circa 3 ore).
A questo punto aggiungere all'impasto la farina rimasta ( 100 g), 50 g di zucchero rimasto, 1 uovo, 1 tuorlo, il sale e impastare sempre con la planetaria ( si può fare anche a mano) aggiungendo man mano il burro rimasto a pezzetti.
Lavorare per circa 10-15 minuti, poi inserire la panna fresca, la buccia grattugiata del limone, dell'arancio, l'aroma di vaniglia e continuare ancora ad impastare per altri 5 minuti per arrivare ad un impasto ben incordato.
Mettere l'impasto nello stampo che avrete precedentemente imburrato e fare lievitare coperto sempre con pellicola per alimenti fino a che la pasta arriverà all'orlo dello stampo (io ho fatto lievitare in forno spento con luce accesa e ho anche messo all'interno una ciotola con acqua tiepida e ci sono volute circa 4 ore).
Infornare in forno statico preriscaldato a 170° e poi dopo circa 20-25  minuti abbassate la temperatura a 160° coprite con carta argentata e proseguite la cottura per altri 25 minuti.
Lasciare intiepidire nello stampo per circa 15 minuti poi capovolgerlo su una griglia e lasciare raffreddare completamente.
Prima di servire spolverizzare con zucchero a velo.
Felice giornata e a presto con nuove ricette sempre qui nella mia cucina.
Baci Fabiola









22 novembre 2018


Anche quest'anno la seconda settimana di ottobre sono andata alla fiera della patata Leonessana a Rieti. Lì compro sempre delle patate buonissime, che niente hanno a che vedere con quelle che si trovano nei supermercati. Di solito le utilizzo nell'impasto delle ciambelle fritte, oggi invece ho deciso di prepararci un dolce al cacao ricoperto di cioccolato fondente. Una torta molto golosa, morbida e umida grazie proprio all'utilizzo della patata. Perfetta a colazione e a merenda, ma secondo me si può gustare benissimo anche come fine pasto.
La ricetta originale la trovate qui ed è del blog La cucina di Federica della bravissima Federica Simoni, una garanzia in materia di dolci e tanto altro.
Io comunque per andare sul sicuro, ho seguito alla lettera le sue indicazioni.


Ingredienti per uno stampo da 19-20 cm:
- 180 g di farina 00 biologica
- 8 g di lievito in polvere per dolci
- 80 g di olio di girasole (per me arachidi)
- 180 g di patate già lessate
- 80 g di latte
- 35 g di cacao amaro
- 2 uova medie
- Un cucchiaino di aroma vaniglia
- Un pizzico di sale

Per la copertura:
- 100 g di cioccolato fondente
- 2-3 cucchiai di latte
- Codette al cacao q.b.

Preparazione
In una ciotola iniziare a montare le uova  con un pizzico di sale, aggiungendo poco per volta lo zucchero semolato.
Unire a filo lentamente l'olio di semi, di seguito le patate fredde passate 2 volte nello schiaccia patate.
Continuando a montare a bassa velocità, inserire le polveri setacciate (farina, lievito e cacao) e per ultimo il latte con l'aroma di vaniglia.
Versare il composto nello stampo foderato con carta forno e cuocere in forno statico a 175° per circa 30 minuti, poi abbassare a 170° per altri 18 minuti e se vedete che la superficie si sta scurendo troppo, coprite con carta argentata.
Verificare la cottura sempre con uno stecchino, se esce pulito la torta è pronta, altrimenti proseguire la cottura ancora per qualche minuto.
Una volta che il dolce si è raffreddato, ricoprire la superficie con del cioccolato fondente sciolto a bagnomaria o al microonde con un paio di cucchiai di latte e rifinire con codette al cacao.
Note:la ricetta originale prevede come copertura una glassa al cacao già pronta della Paneangeli, l'aroma di vaniglia e le codette al cacao sono una mia aggiunta.
Una buona giornata a tutti e a presto sempre qui nella mia cucina con nuove ricette.



29 ottobre 2018


Oggi vi propongo come secondo di pesce: "Seppie in umido con piselli".
Un piatto molto gustoso e facile da fare, tipico della tradizione romana e preparato spesso da mia nonna e mia madre
Per la buona riuscita della ricetta, si devono utilizzare seppie e piselli freschi, ma quest'ultimi si trovano solo nel periodo primaverile e quindi per non privarci tutto l'anno di questa bontà, possiamo adoperare dei buoni piselli surgelati con ottimi risultati.


Ingredienti per 4-6 persone:
- 1 kg di seppie
- 500 g di piselli
- 1/2 bicchiere di vino bianco
- 300 g circa di passata di pomodoro
- 1-2 spicchi d'aglio
- Olio extra vergine q.b.
- Sale e pepe (se vi piace
potete anche usare del peperoncino fresco)


Preparazione
Pulite e tagliate a pezzi le seppie se sono grandi, io l'ho lasciate intere perché erano piccoline.
Lavate con cura.
Preparate un soffritto con olio, aglio, peperoncino e fatevi rosolare le seppie.
Per evitare che possano indurire aggiungete del vino bianco e lasciate evaporare.
Inserite quindi la passata di pomodoro, mezzo bicchiere d'acqua, sale, pepe e lasciate cuocere per circa 15 minuti e comunque fino a quando il pomodoro comincerà a restringersi.
Ora mettete i piselli e lasciate cuocere lentamente per altri 20-25 minuti aggiungendo un po' d'acqua calda se necessario.
Lasciate intiepidire e gustate questa prelibatezza.
Il top di questo piatto è accompagnarlo con delle fette di pane casareccio bruscato.
Buona giornata e a presto sempre qui nella mia cucina.
Baci Fabiola
Note: c'è chi aggiunge alla fine del prezzemolo tritato, la ricetta di mia nonna non lo prevede, ma se vi piace potete utilizzarlo.






trova ricetta